Ed eccoci di ritorno dalla Vale. E’ il 2 maggio e tutte le feste e i ponti son passati. Si torna a scrivere con più regolarità, mentre il Bevilacqua e il Conte Poroli hanno finito di girare inseguendo le classiche del Nord. Al Romandia non hanno potuto andare, perché pare che il Bevilacqua  sia di nuovo ricercato in Svizzera e dunque dovranno pazientare fino alla partenza del Giro.

58784938_10157309030544106_39272987681095680_n

Ieri si è saputo che il Gozzano dovrà giocare anche l’ultima di campionato a Vercelli. I lavori al D’Albertas sono praticamente finiti ma non è stato possibile avere una deroga. Peccato, per qualche giorno ci avevamo sperato. Meglio consolarsi con il Caffè rigorosamente maiuscolo della Vale.

Intanto a Gozzano è iniziata la campagna elettorale. Due le liste che si sfideranno: Insieme Per Gozzano, vicina al PD e agli ambienti dell’oratorio, e Gozzano nel Cuore, vicina al centro destra e all’amministrazione uscente di cui ricandida alcuni componenti. Abbiamo già incrociato una bella candidata di questa seconda realtà che, qualche mattina fa, distribuiva i suoi santini qui al bar e subito dopo nell’edicola del Salotto di Gozzano.

Ora mi taccierete di maschilismo perché di tutto quel che potevo mettere in evidenza della suddetta candidata ho parlato dell’aspetto fisico, ma Il Caffè della Sbarra è mio e faccio notare quel che ritengo io. Chi appoggio non ve lo dico anche se si sa da che parte ha sempre battuto il mio cuore…

E poi, vi svelo un gran segreto, io nemmeno voto a Gozzano, ma ancora nella mia Laveno. Comunali anche a Gargallo ma noi di Gargallo abbiamo la Vale e decidiamo da oggi, visto che alla Sbarra siam tutti nobili, di conferirle il titolo di Duchessa. Duchessa di Gargallo per l’appunto. Ora saluto, voi e soprattutto la Duchessa e il suo caffè, e l’appuntamento è per domani.