Oggi tappa molto tranquilla, salvo il crash finale, che ci ha consentito, complice anche il bel tempo primaverile finalmente arrivato, di fermarci più volte nei cortili delle migliori locande dell’Emilia a gustare parmigiano, salumi, gnocchi fritti, e bere Lambrusco dopo il Sangiovese della crono a lui dedicata. Facile vittoria di Arnaud Demare, spero si scriva così, che ha battuto un Elia Viviani che proprio non va più ed è vicino al ritiro. Probabilmente lascerà domani sera a Novi Ligure, ufficialmente per preparare meglio il Tour, in realtà perché visto che la ciclamino è andata grazie alle folli decisioni della giuria su cui non sto a ritornare e la gamba per vincere le volate non c’è più è inutile sforzarsi in montagna. Adesso la parola al Conte Poroli!

Modena

“Oggi tappa veramente soporifera dopo la sosta. Ci hanno provato senza troppa convinzione il giovane italiano Covili e il sempre più eroico giapponese Hatsuyama, 100 km di fuga e poi ripresi a circa 30 km dal traguardo e com’era ampiamente previsto si è andati verso lo sprint finale.

Qui c’è stata l’unica emozione della tappa con la caduta provocata da Ackermann che ha coinvolto molti altri corridori. Si è aggiudicato la volata Demare. Come avevo previsto i velocisti del giro si stanno dividendo le vittorie e non c’è un vero e proprio dominatore. Manca all’appello solo Viviani che anche oggi non è andato oltre  secondo posto, ed è la terza volta.

Domani si arriverà a Novi Ligure e sarà l’ultima occasione per i velocisti e mi sbilancio vincerà Viviani dopo di che gli sprinter si ritireranno in massa. Oggi sembrava la tappa perfetta per Mareczko 140 km tutta pianura e le uniche asperità qualche dissuasore stradale disseminati qua e la nel percorso ma anche stavolta il nostro beniamino ha deluso,coinvolto nella caduta quando era già irrimediabilmente dietro. Stasera cenetta leggera e poi si parte col Bevilacqua per Novi Ligure meta gradita a 2 golosoni di cioccolato.”

Non credete ovviamente alle cene leggere del Vero Grasso Conte Poroli, soprattutto qui a Modena! E anche una domanda alla giuria, il casino innescato da Ackermann oggi va bene? Tutto regolare? C’è gente che viene squalificata per un taglio di percorso di un decina di metri. Comunque comandate voi mentre io sono solo un pirla pedinato dall’Interpol che è miracolosamente sfuggito a un nuovo arresto a San Marino quindi va bene così.