Ed eccoci puntuali anche da Ceresole Reale, tra le nevi quasi perenni del Lago Serrù. Molto movimento in gruppo e un grande sparpaglio. Vince il russo Zakarin che risorge dalle ceneri. E proprio di resurrezioni ci parla oggi il Conte Poroli che ha deciso di sostituire per l’occasione il suo tradizionale intervento con una pagella!

ceresole1

Zakarin 8 ecco il primo dei resuscitati sembrava pronto anche per vincere un grande giro quando non cadeva nelle scarpate e nelle discese da un paio d’anni non sembrava più un corridore e oggi la rinascita

Landa 7,5 il secondo resuscitato anche lui una grande promessa ma ha sempre dato il meglio da gregario e da quando e’ diventato capitano sembrava perso da 2 tappe sembra avere un passo migliore di tutti in salita

Carapaz 7 lui c’e’ sempre occhio all’ecuadoregno adesso non e’ piu’ una sorpresa

Mollema 4,5 fa lavorare la squadra tutto il giorno e quando davanti si accelera lui si ferma

Majka 7 il terzo resuscitato sembra in gran forma ma di solito durante un grande giro ha dei momenti di calo,se riesce a invertire la tendenza diventa pericoloso

Nibali e Roglic 6,5 si controllano si rispettano e sembra che corrono solo in 2 ma si dimenticano di quelli che gli scattano davanti e gli recuperano tempo

Sivakov 6,5 mi sembra possa essere il corridore del futuro per il giro sembra abbia voglia di imparare con umilta’

Lopez 5 delusione di giornata non penso che sia solo la sfortuna per il problema meccanico secondo me e’ andato in crisi

Polanc 6 ha dato tutto e la maglia rosa gli ha dato il carburante per resistere domani paghera’ la fatica

Yates 4 lui ha capito cosa ha sbagliato l’anno scorso percio’ non preoccupatevi che perdera’ minuti nelle prime 2 settimane e ne fara’ una terza da urlo

Ciccone 7,5 va in fuga vince tutti i gpm tira come un matto per il suo capitano e così si gioca le sue possibilità di vittoria

Jungels 3 si era preparato alla grande per il giro

Chavez 2,5 non è più un corridore

Oomen 3 che delusione mi era piaciuto molto nel giro dell’anno scorso arrivando nei primi 10 pur correndo per Dumoulin quest’anno ritirato il suo capitano poteva essere la sua occasione non si e’ mai visto

Masnada 6,5 mi sembra che sia il migliore dei giovani italiani anche oggi in fuga e rimane in quota fino all’arrivo

Conti 5 ritorna nei ranghi e si installa nella sua posizione solita fra la 20esima e la 30esima

Mentre si sta aspettando ancora il giapponese Hatsuyama io e il Bevilacqua facciamo una capatina mordi e fuggi al Festival di Cannes per sostenere l’unico film italiano in concorso Il Traditore di Marco Bellocchio, croisette stiamo arrivando ma non preoccupatevi domani saremo a Courmayeur, magari un po’ in ritardo”

In realtà importa poco del film di Bellocchio, si punta alle ragazze che gravitano intorno al Festival e sempre disponibili a patto che lo champagne scorra a fiumi. Il conto alla redazione di Gozzano!